progetto autonomia

SOCIETA’ COOPERATIVA ONLUS  COSTA SORRISO

PROGETTO AUTONOMIA

Nella crescita verso l'autonomia, un ragazzo con disabilità incontra due tipi di ostacoli: da una parte le difficoltà legate al suo deficit, dall'altra gli atteggiamenti di paura e le ambivalenze dell'ambiente che interferiscono con il suo grado di autonomia potenziale, raggiungibile pur nella situazione di svantaggio. Spesso le persone che il ragazzo con disabilità  incontra sviluppano nei suoi confronti un atteggiamento assistenziale e protettivo che ne limita l'acquisizione di indipendenza.
Noi siamo pienamente convinti che  una buona autonomia personale sia prerequisito fondamentale per l'inserimento sociale e lavorativo di giovani e adulti con disabilità.
Molte conquiste, soprattutto nell'ambito dell'autonomia esterna, sono difficilmente raggiungibili in ambito familiare soprattutto quando tale problema viene posto in adolescenza, momento in cui i ragazzi iniziano a manifestare desiderio di distacco dei genitori e mal sopportano le loro richieste. Ma autonomia non vuol dire solo acquisire alcune competenze, ma riconoscersi grandi e sentirsi tali, trovando così la  motivazione nell'assumere nuovi comportamenti e nel superare le inevitabili difficoltà.

Obiettivi generali:
Il progetto "percorsi di autonomia" ha l'obiettivo di creare un piccolo gruppo (max num.4 ragazzi/e disabili) che, affiancato ad un operatore e da volontari (preferibilmente coetanei), si incontra una volta la settimana (per circa 2/3 ore) con l'intento di "educare all'autonomia sociale e personale".
Gli obiettivi di tale percorso si possono racchiudere in 5 punti:

  • comunicazione: saper chiedere informazioni, saper dare i propri dati
  • orientamento: leggere e seguire indicazioni stradali, saper individuare punti di riferimento, riconoscere fermate di autobus ….
  • comportamento stradale: attraversamento, semafori..
  • uso del denaro: acquisizione del valore del denaro, riconoscimento, conteggio, corrispondenza prezzo-denaro, resto...
  • uso dei servizi: corrispondenza prodotto-negozio, supermercati, negozi di uso comune, bar, cinema, uffici e mezzi pubblici...

Si lavorerà seguendo dei percorsi personalizzati che tengano conto della situazione di partenza di ognuno e delle possibili competenze da raggiungere procedendo con gradualità proponendo via via attività sempre più complesse, ma fattibili.

Obiettivi specifici:
Il percorso sarà  strutturato in maniera tale da trasferire ai ragazzi le abilità necessarie per:

  • conoscere il territorio, avere dei punti di riferimento certi
  • acquisire autonomia negli spostamenti a piedi e con mezzi pubblici
  • comprendere il significato del denaro e relativo uso
  • sviluppare e potenziare le abilità sociali
  • ampliare la rete delle relazioni
  • saper fronteggiare piccoli imprevisti
  • avere consapevolezza di sé  e delle proprie capacità10904020_823742987664740_5508925884573427939_o

 

Beneficiari diretti e indiretti:
Il progetto è rivolto a 4 ragazzi del territorio di eta' compresa tra 18 e i 20 anni che necessitano di acquisire abilità sociali per un futuro inserimento lavorativo. Le famiglie coinvolte verranno invitate  a collaborare con gli operatori per l'attuazione del progetto stesso in quanto qualsiasi intervento educativo non risulterà  globalmente funzionale se non si inserisce in una pratica di vita quotidiana.

Risultati attesi:
Questo progetto si prefigge prima di tutto di aumentare il grado di autonomia di ciascuno e portare i ragazzi alla consapevolezza del proprio agire.

Azioni previste e strumenti:
Le azioni previste sono:

  • Modalità del finanziamento:

Spesa prevista € 2.000

L’Associazione copre parzialmente l’importo; il rimanente verrà garantito dai contributi delle famiglie dei ragazzi aderenti al progetto.

  • organizzazione del gruppo dei ragazzi

Il gruppo è costituito da quattro ragazzi di età compresa tra i 18 e i 20 anni.

  • organizzazione degli operatori

un educatore professionale con esperienza pluriennale nel campo della disabilità,

un volontario coetaneo con corso di studi nell’ambito socio educativo

 

  • calendario settimanale

tre ore settimanali concentrate in un unico pomeriggio da Febbraio   fino al raggiungimento degli obiettivi sopra descritti

sede del progetto: largo alpini 1 Maccagno (VA)

  • programmazione settimanale delle attività

dopo un primo periodo di osservazione, verrà predisposta la programmazione delle attività con verifica bimestrale

  • inizio delle uscite

dal mese di febbraio 2015

incontri bimestrali con gli operatori e le famiglie

Gli strumenti necessari e di notevole importanza per il raggiungimento degli obiettivi sopra descritti sono: la relazione,  la comunicazione e la collaborazione con le famiglie

 Un'efficace relazione deve essere:
1) partecipata e non rigida in quanto è necessario sapersi adattare alle esigenze ed ai bisogni comunicativi dei ragazzi

2) orientata alla rilettura e alla rielaborazione dell'esperienza.
L'operatore e la famiglia attraverso la relazione con il ragazzo  metterà  in atto tutte le azioni orientate a sviluppare, rafforzare e potenziare le abilità  di ogni soggetto coinvolto.

Criteri e strumenti di monitoraggio:
si prevede di attuare un  monitoraggio costante delle esperienze attraverso la riflessione  e l’autovalutazione da parte dei ragazzi del vissuto.

Bimestralmente sono previsti incontri di verifica degli obiettivi perseguiti.

Responsabile del progetto: Raffaella Rota

Educatore professionale: Samuele Zarantonello